LA FONDAZIONE BRUTO E POERIO CARPIGIANI SVELA I VINCITORI DEL CONTEST “GELATO PIXEL PASSION”

 

Martina Ulderici (seconda da sinistra), vincitrice di “Gelato Pixel Passion”
Martina Ulderici (Forlì) ha stregato la giuria con la sua foto e vince una borsa di studio per cambiare vita con la Carpigiani Gelato University.

Anzola dell’Emilia, 27settembre 2014 –  Il museo più goloso del mondo ha compiuto due anni e li ha festeggiati con un weekend ricco di eventi tra gusto e motori, grazie alla partnership eccezionale con la Collezione Righini, la più famosa d’Europa nell’ambito delle auto d’epoca: un tributo alla cultura, alle passioni vincenti e alle storie d’eccellenza della Via Emilia. Tanti gli appuntamenti che hanno richiamato migliaia di persone: dai laboratori di Gelato Cake Design all’Open Day di Carpigiani Gelato University, dalle aperture straordinarie del museo alle visite guidate gratuite alla Collezione Righini Auto d’epoca di Castelfranco Emilia. In esposizione sul piazzale della Carpigiani, inoltre, la favolosa FIAT RECORD CHIRIBIRI (1913, unico esemplare mondiale, cilindrata 8000 CC, potenza 60 cavalli, velocità 160KM/H) e la BMW 328 ROADSTER (1938, cilindrata 1971 CC, potenza 80 cavalli, velocità oltre 170 KM/H).

Nel giorno che celebra i 2 anni della nascita del Gelato Museum, la Fondazione Bruto e Poerio Carpigiani ha anche premiato i vincitori del contest “Gelato Pixel Passion”, che ha fatto il giro del mondo durante l’edizione 2013-14 del Gelato World Tour, la “Formula Uno” del gelato artigianale.

Un grosso e dolcissimo cane, dal pelo scuro, osserva il suo anziano (e adorato) padrone mangiare un gelato seduto su una panchina. Questo mostra la foto con cui Martina Ulderici, forlivese di 29 anni, ha vinto il contest fotografico promosso dalla Fondazione Bruto e Poerio Carpigiani, la prima al mondo con la mission di diffondere la cultura di questo prodotto artigianale nei 5 continenti, che chiedeva di interpretare la passione per il gelato con scatti fotografici su Instagram e Pinterest. Il premio in palio è una borsa di studio del valore di 3.000 € per frequentare i corsi Base e Intermediate della Carpigiani Gelato University, cambiare vita e diventare una gelatiera di successo.


“Una rapida carrellata sui mercati internazionali può meglio rappresentare le opportunità per i gelatieri – ha detto Enrico Amesso, Direttore Commerciale Carpigiani Professional – Il consumo pro capite di gelato, in Italia, è cresciuto dai 7,6 chili del 1996 ai 9,7 del 2013. Se 18 anni fa gelato industriale e gelato artigianale se la giocavano alla pari, con il  50% di quote di mercato ciascuno, nel 2013 il comparto artigianale è cresciuto fino ad occupare il 66% del totale. Ma la sfida oggi è soprattutto all’estero: se in Italia si contano 39.000 gelaterie, in Germania 9000 ed in Spagna 2000 (l’Europa vanta 50.000 gelaterie), continenti come Nord America , Asia e Oceania hanno numeri assolutamente ridotti rispetto alle potenzialità del mercato: 900 le gelaterie negli Stati Uniti, oltre 1000 in Giappone, circa 200 in Australia, 300 in Medio Oriente, tra Cina e Sud Est Asiatico circa 500”.

“Quando una persona perde il proprio contegno? Di fronte alla paura. 
E la propria coerenza? Davanti all’ avicinarsi del rumore del trapano del dentista. Quando, invece, una persona dimentica la propria dignità, il controllo, i freni? Davanti ad un gelato!” ha dichiarato Martina Ulderici raccontando la sua foto “
Ho visto miriadi di personaggi, piccini adulti o anziani, donne o uomini, manager in giacca e cravatta oppure operai in pausa pranzo, immergere labbra, lingua, bocca e a volte anche il naso, nella crema dolce e fredda, senza alcun ritegno. Sporcarsi di gelato ferma il tempo: tutti ritorniamo come dei bambini. Anche il Signor Germano, quello della foto…”

Al secondo posto Manuel Muzzi, bolognese di 20 anni  che vince la borsa di studio del valore di 1500 € per il corso Base.

Arriva da Dubai il terzo classificato, Jean Angeli Balbuena, che ha rubato uno scatto in una gelateria artigianale della sua città. Quest’ultimo vince un weekend di approfondimento sulle creme e i gusti a base frutta, del valore di 500 €. Il presidente di giuria, Pietro Scozzari, fotografo di fama internazionale nativo di Bologna e residente a Okinawa (Giappone), è voluto intervenire (via Skype) per congratularsi in diretta coi vincitori.